Attenzione! Per visualizzare al meglio il sito e usufruire di tutte le funzionalità messe a disposizione
si consiglia di aggiornare la versione in uso di Internet Explorer alla versione 8 o superiore. Grazie!

Con il passaggio alla nuova versione del sito e ad un diverso provider tecnologico, non è più possibile utilizzare la vecchia utenza/password.

Per importare i tuoi dati anagrafici dall'archivio,
clicca qui

Inserisci il tuo codice fiscale e la mail per recuperare i tuoi dati anagrafici ed effettuare il passaggio al nuovo sito:



Abbiamo inviato una e-mail all'indirizzo che ci hai indicato. Accedi alla tua casella di posta e segui le istruzioni inserite nella e-mail per completare il passaggio.

Comitato Scientifico

COORDINATORE
Giorgio Zanchin
Dipartimento di Neuroscienze, Via Giustiniani 5 - 35128 Padova
Tel. 0498213626/20, fax 0498751770
E-mail giorgio.zanchin@unipd.it

SCADENZA IL 31 Dicembre 2020

In considerazione degli interessi dichiarati di questo gruppo di studio, sembra appropriata una breve introduzione storica. Durante un incontro organizzato dal compianto Prof. Renato Boeri e tenutosi a Milano nella primavera del 1987 tra un gruppo di neurologi interessati alla storia della nostra disciplina nacque la proposta di una giornata di incontro sul tema "Lo sviluppo storico della neurologia italiana: lo studio delle fonti." Il Comitato promotore scelse come sede per questa riunione Padova, che per la sua antica tradizione medica avrebbe offerto ai partecipanti stimoli storico-medici anche ambientali di sicuro interesse. Nel corso del convegno, organizzato dai Proff. Loris Premuda e Giorgio Zanchin, che ebbe luogo il 31 ottobre 1987 si tennero durante la prima parte, relazioni a carattere generale sulla metodologia dello studio delle fonti in ambito storico medico, con l'intervento di studiosi non neurologi.
Durante la seconda parte vennero presentate comunicazioni sulle fonti per la storia della neurologia disponibili presso i diversi centri italiani. Seguirono alcuni interventi sul tema dei rapporti storici tra la neurologia italiana e quella di altri Paesi. L'ultima parte del convegno infine, fu dedicata a temi liberi attinenti l'argomento della riunione. Nell'ambito della giornata furono allestite dalla segreteria scientifica un'esposizione di libri antichi, rilevanti per la storia della neurologia, provenienti dalla locale Biblioteca Medica Pinali, e un'esposizione di materiali documentari quali libri, strumenti, preparati proposti dai partecipanti stessi. L'incontro tenutosi nella suggestiva cornice dell'archivio antico del Bo e completato dalla visita al teatro anatomico del D'Acquapendente ed alla mostra storica permanente dell'Università di Padova, riscosse l'interesse pieno dei numerosi intervenuti. Al termine dei lavori si formò un Comitato scientifico, composto dai Proff.ri Luigi Amaducci, Renato Boeri, Luciano Bonuzzi, Loris Premuda, Nicola Rizzuto, Hrayr Terzian, Giorgio Zanchin che successivamente costituì formalmente il Gruppo di Studio per la Storia della Neurologia nell'ambito della Società Italiana di Neurologia, affidandone il coordinamento al Prof. Giorgio Zanchin. Si è inteso dar vita ad un gruppo di studio in cui potessero essere messi liberamente a confronto interessi spesso coltivati individualmente ed anche se non necessariamente da "addetti ai lavori" in senso storico, ravvivati dal quotidiano esercizio sul campo della professione odierna di neurologo.
Quali le motivazioni ed il significato di questa iniziativa? Il continuo dilatarsi della conoscenza ed il conseguente frammentarsi di questa in specializzazioni sempre più parcellari rende ancor più evidente la necessità di identificare ed analizzare i processi storici da cui traggono origine le attuali interpretazioni sulle funzioni del sistema nervoso. Lo studio delle "radici" intese come il cammino percorso da chi prima di noi si è trovato a fronteggiare analoghi problemi e ha dato il suo contributo all'incessante avanzare del sapere umano, fornisce gli insegnamenti critici e metodologici che solo la conoscenza della propria storia può consentire di comprendere compiutamente. L'interesse per la storia della propria disciplina deve pertanto a buon diritto essere considerato parte integrante dell'interesse per la disciplina stessa. Il nostro Paese ha fornito apporti importantissimi allo sviluppo delle scienze neurologiche ed è certamente anche grazie a questa tradizione che esso vanta pure oggi un indiscusso prestigio in ambito internazionale in tale campo. E' ambizione di questo gruppo offrire stimoli e indicare strumenti per una valorizzazione critica del patrimonio culturale neurologico del nostro e degli altri Paesi, nella convinzione che la consapevolezza del cammino percorso è sicura guida sulle vie del presente e per la scelta delle mete future.

navigazione-network

Per supporto ed assistenza:
Segreteria SIN SienaCongress
Via del Rastrello, 7 — 53100 Siena
Tel. 0577 286003 – info@neuro.it

Seguiteci su: